Io, robot - Isaac Asimov, Laura Serra

English version below

 

---

 

Pur amando la fantascienza, devo confessare di non aver mai letto nulla di Asimov prima d'ora, e quello che sapevo di lui lo conosco principalmente per sentito dire, e sempre per sentito dire, ho pensato che questo fosse il libro migliore per cominciare a fare conoscenza col suo lavoro. Non saprei dire se è vero, avendo letto un solo libro finora, ma posso dire con certezza che è stata una lettura veramente interessante e divertente, purtroppo leggermente offuscata da un paio di dettagli.

 

Di per sé, il libro è ottimo, una collezione di storie diverse in tono che mi hanno tenuta incollata alle pagine fino alla fine (l'ultima in particolare è la mia preferita), decisamente all'altezza della sua reputazione.

 

Purtroppo ci sono un paio di problemi con l'edizione, uno minore e uno più grande, che non mi hanno permesso di immergermi completamente nella lettura. Il primo è dovuto all'età della traduzione italiana, che risale agli anni '60; la scelta delle parole e la prosa sono piuttosto farragginose in certi punti.

 

Detto questo, in altri racconti con un'ambientazione e atmosfera più "pulp" e popolare questa prosa non stona, e rende la lettura più divertente in una certa maniera. Quindi, da questo punto di vista, la mia è una lamentela solo a metà.

 

Il secondo problema, invece, è decisamente più serio: questa traduzione è basata su una versione del libro degli anni '50, prima che Asimov aggiungesse un racconto che facesse da cornice per la raccolta. A tutti gli effetti questa edizione è incompleta, e non rende l'idea della storia in generale. E personalmente trovo che un libro importante come questo non abbia una traduzione completa in catalogo sia ridicolo. Per questo motivo ho calato il voto un po', ma è solo per l'edizione, non il libro in sè.

 

Nonostante tutto, è stata un'ottima prima impressione dell'opera di Asimov. Rileggerò il libro in inglese per vedere le differenze, e anche altri suoi racconti.

 

***

 

While loving science fiction, I have to admit I haven't read anything by Asimov before. All I know about him and his opus is through cultural osmosis, and it was because of what I had heard that I thought that this book was the best to start get acquainted with his work - having read only this so far I wouldn't be able to tell if it's true, but I can safely say that it was an interesting and fun read, sadly slightly tarnished by a couple of details.

 

In and of itself the book is great, a collection of stories (the last one is my personal favorite) quite different in tone and themes that kept me reading until the end, and definitely lives up to its reputation.

 

However, there are a couple of issues with the edition I read, a small and a bigger one, that kept me from fully enjoying the read. The first is due to the old Italian translation, which was made in the '60s - the choice of words and the writing can get very jumbled at points.

 

That said, in stories with a more "pulpy" atmosphere it doesn't feel out of place, in a way, and even makes the read funnier. So, from this point of view, it's only half a complaint.

 

The second issue, on the other hand, is more serious: this translation is based on the '50s version of this book, published before Asimov decided to add the story that works as a framing device. By all means, this version is incomplete, and personally I find the fact that there isn't a complete Italian translation of such a classic as this on sale in the country ridiculous, to say the least. For this I lowered the review points, but it's only because of this edition, not the book itself.

 

Despite all this, it was a great first impression of Asimov's work. I'll definitely read the book in English as well to compare the differences, not to mention more of his stories in general.